Corso Addetti Spazi Confinati

 

L’obiettivo del corso

L’obiettivo del corso è di fornire indicazioni precise sulle misure di prevenzione e protezione, le procedure di lavoro e gli interventi necessari per affrontare situazioni problematiche ed emergenziali durante l’esecuzione di attività in ambienti confinati

Per ambienti confinati si intendono quei luoghi non progettati per un facile movimento e di difficile accesso in caso di difficoltà, mentre per ambiente sospetto di inquinamento si intende un luogo contaminato da sostanze pericolose per la salute umana, come sostanze tossiche, nocive o esplosive.

 

A chi si rivolge

Il corso si rivolge agli addetti ai lavori, RSPP, Datori di Lavoro, coordinatori e a tutti coloro che necessitano di approfondire le problematiche inerenti le attività lavorative svolte in:

  • ambienti sospetti di inquinamento quali pozzi, fogne, cunicoli, camini e fosse in genere , di cui agli articoli 66 e 121 del D.Lgs. 81/08
  • ambienti confinati come ad es. tubazioni, canalizzazioni , recipienti quali vasche, serbatoi e simili, silos, ecc., di cui all’allegato IV, punto 3, del medesimo decreto legislativo.

 

In generale tutti gli ambienti circoscritti caratterizzati da aperture di accesso ridotte e da una scarsa ventilazione naturale sfavorevole in cui per la presenza di agenti chimici pericolosi (gas, vapori, polveri) può verificarsi un grave infortunio.

 

Si evidenzia che mentre alcuni ambienti confinati sono facilmente identificabili come tali, altri, che ad un primo esame superficiale potrebbero non apparire come confinati, in particolari circostanze potrebbero diventarlo come ad esempio:

  • stive delle navi, container, depuratori, camere con aperture in alto, vasche, camere di combustione nelle fornaci e simili, canalizzazioni varie, camere non ventilate o scarsamente ventilate, luoghi anche all’aperto con accesso superiore, scavi profondi a sezione ristretta, ecc.

 

Programma del corso

Parte Teorica

Accenni alla Normativa di riferimento ( D.Lgs. 81/08, DPR 177/11)

  • Le figure della sicurezza, i principali obblighi del datore di lavoro, del “preposto”, e dei lavoratori
  • Definizione di spazi confinati e caratteristiche
  • Rischi relativi agli spazi confinati
  • Identificazione degli agenti pericolosi: sostanze asfissianti, tossiche, infiammabili ed esplosive
  • Rilevatori di gas e controlli d’uso
  • Comunicazione, controlli, allarmi, piani e procedure di emergenza e di primo soccorso
  • Esempi di ambienti confinati con possibile presenza di agenti chimici infiammabili o esplosivi e analisi di incidenti realmente accaduti

 

Dispositivi di protezione individuale apparato respiratorio:

  • maschere filtranti: filtri antigas, antiparticelle, filtri combinati
  • auto-protettori/autorespiratori per la protezione delle vie respiratorie indipendente dall’aria ambiente: ciclo aperto, ciclo chiuso.

 

Dispositivi di protezione della cute

  • Dispositivi di protezione individuale anticaduta:
    classificazione:
  • DPI di posizionamento, trattenuta e arresto caduta
  • sistemi di accesso e posizionamento mediante funi
  • dispositivi di discesa
  • imbracature e punti di attacco
  • Evacuazione dell’infortunato all’interno dello spazio confinato tramite sistemi automatici/manuali di recupero d’emergenza operatore come cavalletto cevedale o “capra” ; treppiede con argano su cavo metallico, ecc.

 

Parte Pratica

Esercitazioni pratiche di ingresso in spazi confinati con DPI anticaduta e DPI di protezione della vie respiratorie.

Evacuazione dell’infortunato all’interno dello spazio confinato tramite sistemi automatici/manuali di recupero d’emergenza operatore come cavalletto cevedale o “capra”; treppiede con argano su cavo metallico, ecc.

La durata della parte pratica può essere di 4 o 8 ore a seconda che vengano utilizzati solo DPI anticaduta+maschere filtranti o anche autorespiratori.

Sei interessato a questo corso?

Corsi Correlati

Hai bisogno di maggiori info? Compila il form

*Campi obbligatori